A 160 anni dall’Unità d’Italia, gli ideali del
passato sono sempre attuali, oggi più che mai.
Il Risorgimento è qui, ora, e tutti ne siamo parte.

Il Museo su Google Arts & Culture

Il Museo Nazionale del Risorgimento insieme a Google Arts and Culture porta online le sue collezioni

Immergiti nelle sale a 360°, esplora la collezione digitale e scopri i tesori del Museo nelle storie.

<p>Il 31 maggio "L’Inno svelato" di Michele D’Andrea per celebrare la Festa della Repubblica</p>

Il 31 maggio "L’Inno svelato" di Michele D’Andrea per celebrare la Festa della Repubblica

Per le celebrazioni della Festa della Repubblica 2022, il Museo propone il 31 maggio, alle 20.30, L’Inno svelato, una “chiacchierata musicale” tenuta dallo storico Michele D’Andrea. Dopo il debutto al Quirinale sotto la presidenza Ciampi la lezione-spettacolo ha avuto centinaia di repliche in tutta Italia.  

Basata su una rigorosa ricerca storico-musicale, la narrazione viene dipanata con un linguaggio lieve, ironico e disincantato. L’Inno svelato è un forziere di aneddoti, curiosità e sorprese: il confronto con gli inni degli altri Paesi racconta di fotocopie, furti con destrezza e testi improbabili. La morte di Goffredo Mameli, poi, apre uno squarcio sulla durezza della guerra dell’Ottocento. Una carrellata delle peggiori esecuzioni del nostro inno introduce al gran finale: lo svelamento dell’inno, la visione che ispirò il compositore Michele Novaro, la spiegazione dello spartito e il canto corale del nostro simbolo musicale. Come era stato scritto nel 1847: nei cinquanta secondi della prima strofa c’è tutto il nostro Risorgimento.  

Michele D’Andrea ha un passato nella dirigenza del Quirinale e attualmente è Consigliere di gestione del Museo del Risorgimento di Torino; si occupa di storia, di cerimoniale, di musica e di araldica militare.  

L’ingresso a “L’inno svelato” è compreso nel biglietto del Museo (gratuito per i possessori dell’Abbonamento Musei), prenotazione obbligatoria al numero 011 5621147. Per assistere allo spettacolo è obbligatorio indossare la mascherina FFP2. L’iniziativa è partecipata dal Consiglio Regionale del Piemonte.

<p>Gran Ballo del Risorgimento</p>

Gran Ballo del Risorgimento

Domenica 5 Giugno dalle ore 15 il Museo ospiterà il Gran Ballo del Risorgimento: 50 danzatori provenienti da alcuni dei 60 Circoli italiani della Federazione Società di Danza, daranno vita a Valzer, Contraddanze e Quadriglie su figurazioni dei maestri di danza dell’800, frutto di una ricerca e sviluppo artistico del Maestro Fabio Móllica.

 

Il programma prevede due parti del Gran Ballo: la prima dalle ore 15 alle 16, la seconda dalle ore 16.30 alle 17.30.

Si potrà assistere alle danze con il biglietto di ingresso del Museo fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

Per info:

granballo.societadidanzatorinese.it
torino@societadidanza.it
+39 3287315288

Accesso al Museo

Si informano i gentili visitatori che in ottemperanza del DL n.24 del 24 marzo 2022 e a seguito dell'Ordinanza del Ministero della Salute del 28 aprile 2022, per accedere al Museo non è più necessario esibire il Green Pass.

Si ricorda inoltre che:

  • per i visitatori e fruitori delle attività museali decade l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie ma, in ossequio alle indicazioni del Ministero della Salute, se ne raccomanda fortemente l'utilizzo per tutta la durata della visita (in particolare in situazioni di affollamento o forte affluenza di pubblico e in punti o sale dove gli spazi ristretti non consentano di mantenere l’adeguato distanziamento - quali code per la biglietteria, corridoi e ambienti di piccole dimensioni, ascensori, ecc.).

  • per le manifestazioni aperte al pubblico assimilabili agli spettacoli, nonché per gli eventi organizzati nelle sale museali, resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina di tipo FFP2​.

<p>Un simbolo<br />
italiano</p>

Un simbolo
italiano

Il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, sede del primo Parlamento del Regno d'Italia, si trova a Torino, all’interno di Palazzo Carignano, e ospita straordinarie collezioni.

Opera dell’architetto Guarino Guarini, è diventato simbolo del Risorgimento e luogo strategico per l’Unità italiana.

<p>Il Museo non si<br />
ferma</p>

Il Museo non si
ferma

Conferenze, interviste, attività didattiche digitali: il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano non si ferma.

Tante iniziative per rivivere il periodo che ha cambiato la storia d’Italia, ma in tutta sicurezza. Continuiamo a divulgare lo spirito risorgimentale!

<p>Un nuovo Risorgimento</p>

Un nuovo Risorgimento

In occasione dei 160 anni dell’Unità d’Italia, il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano rinnova la sua immagine.

Dalla collaborazione con i ragazzi e le ragazze dello IED di Torino è nata una nuova identità visiva, una svolta verso un futuro pieno di proposte. Pronti per un nuovo Risorgimento?

La storia è sempre contemporanea

Dona il 5 x Mille e il 2 x Mille al Museo del Risorgimento

Sostieni le nostre attività attraverso il 5 x mille e il 2 x mille dell’IRPEF. Per dare il tuo contributo è sufficiente firmare nel riquadro dedicato della dichiarazione dei redditi (Modello Unico, 730, CUD) e inserire il codice fiscale del museo 80082050016

Seguici per rimanere aggiornato.

VIVI LO SPIRITO DEL RISORGIMENTO,
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

  • Facebook
  • Instagram
  • Youtube
  • Flickr